9. nov, 2021

A Massa Lombarda la mostra "Never More" contro la violenza di genere

Sabato 13 novembre alle ore 11 il Centro Culturale Venturini di Massa Lombarda presenterà la mostra “Never More”, in occasione delle iniziative per la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne. L’esposizione comprende opere di 42 artisti italiani e stranieri, accomunati dalla volontà di esprimere il dissenso al fenomeno della violenza di genere.
L'esposizione è alla sua seconda edizione dopo quella di Castel San Pietro Terme nel 2019 presso lo Studio d'Arte FC di Anna Boschi. Rispetto alla prima edizione, si arricchisce dei lavori di 18 artisti locali, che si vanno ad aggiungere ai 24 già presenti.
Sia per stile che per appartenenza a correnti artistiche, gli artisti sono molto diversi tra loro ma tutti intendono comunicare il loro punto di vista sul tema della violenza sulle donne e mostrare il proprio impegno attraverso le opere artistiche.
La mostra, a cura di Anna Boschi e Lamberto Caravita, rimarrà visitabile fino a sabato 27 novembre.
Inoltre, il 25 novembre, giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, alle ore 20 verrà inaugurata la nuova panchina rossa realizzata dall'artista bolognese Benedetta Jandolo e collocata nel giardino antistante il Centro Culturale, dove si terrà anche un reading poetico di Rossella Renzi. Seguirà la consueta camminata in rosso.
La mostra è visitabile negli orari di apertura de Centro Culturale Venturini, il lunedì 15 – 18.30, dal martedì al venerdì 9.30 -12.30 e 15 – 18.30, il sabato 9.30 -12.30
Per informazioni contattare il Centro Culturale Venturini (tel. 0545.985812 – biblioteca@comune.massalombarda.ra.it).
L'iniziativa è realizzata dagli Assessorati alle Pari opportunità e Cultura del Comune di Massa Lombarda, con la collaborazione di UDI Massa Lombarda e La BCC, e con il patrocinio dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna.
La mostra si colloca all'interno del calendario di iniziative per ricordare la Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.