24. nov, 2021

Con Soroptimist Club San Marino contro la violenza sulle donne

Da 30 anni l’arancione è il colore scelto dall’Onu per simboleggiare il 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Un colore che è diventato il simbolo di giorni futuri in cui le donne, in ogni parte del mondo, potranno essere finalmente riconosciute e valorizzate nella loro piena individualità.
La violenza nelle relazioni di intimità e la violenza sessuale sono caratterizzate da una forte connotazione di genere: anche se è vero che le violenze possono colpire chiunque, la maggioranza di coloro che le subiscono sono donne e la maggioranza di coloro che le perpetrano sono uomini. Per questo la Convenzione di Istanbul, sottoscritta anche dalla Repubblica di San Marino, riconosce la violenza come un fenomeno strutturale e una violazione dei diritti umani. È proprio verso il rispetto dei diritti e il contrasto alla violenza che si inquadra l’impegno concreto del Soroptimist Single Club di San Marino, la cui mission è sostenere l’emancipazione della donna e la sua piena realizzazione in ogni ambito della vita.
Orange the world, colora il mondo di arancione è il messaggio che il Soroptimist International Europa lancia per caratterizzare la campagna che trova nel 25 novembre il momento più importante di riflessione e ripartenza. Da questa data, infatti, hanno inizio per le soroptimiste i 16 giorni di attivismo, che si concludono il 10 dicembre, giornata internazionale dei Diritti Umani, durante i quali si svolgono azioni e si organizzano eventi con lo scopo di contrastare la violenza sulle donne e di genere.
In adesione alla campagna Orange the world il Soroptimist Single Club di San Marino ha chiesto e ottenuto di colorare la Terza Torre e il pennone del portale di ingresso di Dogana del colore scelto a simbolo di un futuro senza violenza di genere.
Nelle giornate del 26 novembre e del 10 dicembre dalle ore 11:00 sarà inoltre possibile visitare “La stanza per te” presso il comando della Gendarmeria, realizzata dal Soroptimist Club di San Marino, in collaborazione con il Corpo della Gendarmeria, allo scopo di farla conoscere alla cittadinanza e ricordare a tutte le vittime che c’è un luogo sicuro dove dire no alla violenza è più facile, dove è possibile trovare un ambiente incoraggiante e protetto e un approccio meno traumatico con gli operatori delle forze dell’ordine nel momento in cui ci si rivolge per la denuncia di atti persecutori, maltrattamenti, stalking e ogni altro atto violento. Nel medesimo ambiente è stato allestito uno spazio per i bambini che accompagnano le mamme e che, spesso, sono loro stessi vittime di violenza assistita.