18. giu, 2021

Una nuova sfida per Claudio Trombetti con "Ambiente Quarantaquattro"

Ha inaugurato questa settimana la nuova attività di Claudio Trombetti, in via Berlinguer 44 (zona stadio): Ambiente Quarantaquattro.
Claudio, già proprietario del Caffè Galilei (via Galilei, 23) e del 66 Cafè (via Bovini, 66) che gestisce assieme alla moglie, segue la sua passione che coltiva da più di 15 anni. Una passione che lo ha portato a lasciare il posto di dirigente in un’azienda statale.
Quest’anno Claudio si mette nuovamente in gioco con il nuovo marchio Ambiente ed un locale pensato per colazioni e pranzi veloci: per la colazione si può scegliere tra brioches, bomboloni e sweet bowl di yogurt con farcitura a scelta, pancake dolci (sciroppo d’acero, crema di pistacchio, cioccolato bianco, frutta, ecc.) e salati (prosciutto, tacchino, salmone, ecc.).
Il menù del pranzo mette in primo piano una bowl componibile scegliendo base, proteina, verdura e salsa o granella, a cui aggiungere bibita e caffè. Le preparazioni sono a vista, sinonimo di garanzia e qualità.
Si può scaricare una comoda applicazione per smartphone (Ambiente44 con il logo #A44) per prenotare per la consumazione sul posto o da asporto: con questa opzione e fino a fine anno, è previsto anche uno sconto del 10%
La struttura è curata nei dettagli e nell’arredamento, si estende su due piani e conta anche delle sedute nella zona esterna e nel dehor adiacente al locale.
“Claudio è giovane ma già esperto e intraprendente - commenta Graziano Gozi, direttore Confesercenti Provinciale Ravenna. – La sua proposta è innovativa, tipica di chi cerca sempre di guardare avanti anticipando i tempi. Per noi è un piacere accompagnarlo in questa nuova avventura.”
“Ambiente, non solo è il nome, ma è proprio il concetto che voglio trasmettere alle persone. Non è solamente un locale, non è un posto classico, è studiato nei colori e nella proposta, mi affido solamente a fornitori di fiducia con cui collaboro da anni, anche il mio staff è scelto con cura per offrire un servizio impeccabile. È un ambiente diverso dalla classica proposta del territorio. Ho appena inaugurato questo locale ma sto già pensando ad un ulteriore nuova attività.”