9. set, 2021

Una corona di alloro e una shopper in vetrina per celebrare Dante con "A Spasso per Ravenna"

Iniziativa del Comitato Spasso in Ravenna per l’allestimento dei punti vendita del centro storico in questi giorni dedicati alle celebrazioni dantesche in occasione del 700esimo della morte del Sommo Poeta
Mentre in tutta la città si moltiplicano gli appuntamenti e le iniziative pubbliche organizzate per celebrare il 700esimo dalla morte di Dante Alighieri, avvenuta nel settembre del 1321 proprio a Ravenna, le strade del centro storico si colorano ed arricchiscono di allestimenti a tema.
Dante Alighieri è icona della cultura italiana nel mondo e l’immagine del Sommo Poeta autore della Divina Commedia rimbalza in ogni angolo del capoluogo romagnolo. Anche il Comitato Spasso in Ravenna, realtà che opera per la promozione commerciale del centro su iniziativa di Confesercenti, Confcommercio, Confartigianato e CNA, in queste ore sta affiancando i commercianti e gli artigiani nel cuore della città per arricchire gli allestimenti nelle vetrine.
In particolare, il Comitato ha regalato a tutti gli esercenti affiliati una shopper colore rosso vinaccia che riporta il logo “700 Viva Dante – Ravenna 1321-2021”, vincitore lo scorso anno del concorso pubblico indetto dal Comune di Ravenna, abbinato allo stesso logo del Comitato Spasso in Ravenna. Un modo per unire simbolicamente il mondo del commercio con quello dell’arte e della cultura che in città da sempre vanno di pari passo e spesso riescono a proporre progetti interessanti per l’ambito turistico e per quello del territorio locale.
E sempre nelle vetrine saranno esposte anche diverse corone di alloro, altro simbolo iconografico molto legato a Dante, realizzate in questo caso dagli utenti della Cooperativa sociale San Vitale, su incarico dello stesso Comitato Spasso in Ravenna come ulteriore omaggio agli esercenti.
Un terzo elemento che si potrà trovare nelle vetrine dei negozi sarà infine una copia della Divina Commedia che tutti i commercianti sono stati invitati ad esporre proprio in occasione delle celebrazioni dantesche.