11. lug, 2021

Nel borgo storico della Perla l’Arena Riccione cinema, spettacoli e libri sotto le stelle

Nel giardino urbano della Biblioteca di Riccione due mesi di film d’autore, spettacoli dal vivo e presentazioni di libri, grazie a una nuova collaborazione tra Comune di Riccione, Biblioteca e Museo del Territorio, Riccione Teatro, Giometti Cinema e Cineteca di Bologna.
Si comincia lunedì prossimo con un omaggio a Raffaella Carrà. In calendario anche due film sull’epoca d’oro delle discoteche romagnole e una retrospettiva sulla riviera al cinema, con capolavori di Risi e Zurlini.
Tra gli ospiti in calendario: Elio Germano, Federico Zampaglione, Michela Cescon, Silvio Castiglioni, Marco Bocci e Anna Foglietta.
Dalla collaborazione tra il Comune di Riccione, la sua Biblioteca e il suo Museo del Territorio, l’associazione Riccione Teatro, Giometti Cinema e la Cineteca di Bologna nasce Arena Riccione, uno spazio creativo nel cuore della Perla verde, con un programma quotidiano di film, spettacoli e incontri letterari, dal 12 luglio fino al 4 settembre.
Situata nello spazio antistante la Biblioteca comunale, in viale Lazio, un vero e proprio giardino urbano a pochi passi da viale Ceccarini, la nuova arena aprirà lunedì prossimo, alle 21:30, con un omaggio doveroso e sentito a Raffaella Carrà: la proiezione di Ballo ballo, commedia musicale del regista spagnolo Nacho Álvarez interamente basata sulle canzoni della Carrà. Uscito nelle sale spagnole nell’autunno scorso, il film contiene tra l’altro l’ultima apparizione pubblica della leggendaria show woman, protagonista di un cameo in una scena sulle musiche di Fiesta.
Il programma cinematografico dell’Arena Riccione, in via di definizione, ma già stilato fino al 31 luglio, comprende alcuni dei film più interessanti delle ultime due stagioni. Tra questi, opere premiate agli Oscar come Nomadland di Chloé Zhao, Un altro giro di Thomas Vinterberg, Minari di Lee Isaac Chung e The Father di Florian Zeller, ma anche successi italiani come Il cattivo poeta di Gianluca Jodice, Cosa sarà di Francesco Bruni (due Nastri d’argento ciascuno) e Volevo nascondermi di Giorgio Diritti, trionfatore ai David di Donatello con sette statuette.
Uno degli aspetti più interessanti del palinsesto sarà la presenza dal vivo di attori e registi. Volevo nascondermi (26 luglio) sarà per esempio introdotto da Elio Germano, che nel film ha interpretato il pittore reggiano Ligabue aggiudicandosi l’Orso d’argento come miglior attore al Festival di Berlino. Oltre a Germano, ormai di casa nella Perla verde grazie ai progetti di Spazio Tondelli e Riccione Teatro, parteciperanno alla rassegna anche artisti del calibro di Federico Zampaglione e Michela Cescon. Il frontman dei Tiromancino sarà a Riccione già martedì per presentare il suo quarto film da regista, Morrison, insieme alla protagonista femminile Giglia Marra. Michela Cescon (David di Donatello e Nastro d’argento per il suo ruolo in Romanzo di una strage) arriverà invece mercoledì 28 luglio per la proiezione del suo esordio alla regia, Occhi blu, un noir in uscita proprio in questi giorni, con Valeria Golino nel ruolo della protagonista.
Numerose le serate dedicate alla Romagna e alla riviera. Due di queste avranno per protagoniste le discoteche del territorio e saranno accompagnate da dj set. Giovedì 15 luglio verrà presentato Disco Ruin – 40 anni di club culture italiana , viaggio visionario di Lisa Bosi e Francesca Zerbetto nel mondo delle discoteche italiane, con Ondina Quadri come protagonista e testimonianze, tra gli altri, di Jovanotti, Albertino e Claudio Coccoluto. Giovedì 22 sarà la volta di Riviera Clubbing – The Movie , film di Luca Santarelli sugli anni d’oro di club come il Peter Pan, il Cocoricò, l’Ethos, l’Echoes, che hanno trasformato la riviera in una delle capitali del clubbing mondiale, al pari di Londra, New York, Francoforte e Ibiza. Spazio anche a un recente successo internazionale di produzione romagnola, Est – Dittatura last minute (regia di Antonio Pisu, 20 luglio). A introdurre il film, interpretato da Lodo Guenzi e ambientato tra Cesena e la Romania, è il cesenate Maurizio Paganelli, coproduttore e ispiratore della storia.

Grazie a una preziosa collaborazione con la Cineteca di Bologna e alla mini-rassegna Il sole negli occhi , per tre venerdì di fila l’Arena Riccione proporrà inoltre una retrospettiva sulle immagini cinematografiche della riviera. Si comincerà il 16 luglio con Extraliscio – Punk da balera presentato da Moreno il biondo, si proseguirà il 23 luglio con il più celebre dei film girati a Riccione, Estate violenta (1959), capolavoro di Valerio Zurlini con Eleonora Rossi Drago e Jean-Louis Trintignant nei panni di due ventenni in vacanza sorpresi dall’irrompere del fronte nell’estate del ’43. Il 29 luglio sarà la volta di un vero e proprio evento unico la versione restaurata del film di Dino Risi L’ombrellone (1965), la risposta adriatica al Sorpasso: una commedia d’autore ambientata a Riccione, con un cast d’eccezione composto da Enrico Maria Salerno, Sandra Milo, Jean Sorel, Lelio Luttazzi, Raffaele Pisu e Leopoldo Trieste; a introdurre la serata Gianluca Farinelli, direttore della Cineteca di Bologna. Venerdì 30 luglio la retrospettiva si concluderà ancora nel segno di Valerio Zurlini, con La prima notte di quiete (1972), film di culto con uno stropicciato Alain Delon a interpretare un professore maledetto perso tra le nebbie, i vizi e gli amori improbabili dell’inverno adriatico. Accanto a lui, nelle sue mille scorribande in cappotto di cammello tra Rimini, Bellaria e Portoverde, un cast di livello stellare, con Giancarlo Giannini, Lea Massari, Alida Valli, Renato Salvatori, Salvo Randone, Adalberto Maria Merli e la splendida protagonista femminile, Sonia Petrovna.
Accanto al tradizionale cinema sotto le stelle l’arena ospiterà anche un ampio calendario di incontri e spettacoli a cura di Riccione Teatro. Si comincia mercoledì 14 luglio con una conversazione inserita anche nel programma del Festival delle storie e delle arti: Il cinema in bikini, con Vittorio Costa e Alessandro Formilli. Tre i mercoledì musicali. In programma tre spettacoli musicali, tre veri e propri eventi unici: Un’amicizia poco fa, concerto al pianoforte del maestro Alessio Paolizzi (11 agosto, in collaborazione con il Comitato Riccione Paese); Dirladadà, live di Michele Fabbri con l’Ensemble Amarcanto (25 agosto); La magia Ghibli, omaggio alle musiche cinema di animazione giapponese a cura di Elisa Serafini con la stessa Elisa al piano e alla voce, Fabio Pecci, Matteo Salvatori, Alessandra Cavallino, Alessia Amadio e Debora Grossi e il Coro Le Allegre Note (1 settembre).
Tre anche gli spettacoli teatrali, con tre nomi importanti della scena nazionale. Si comincia il 4 agosto con Medea, la maga d’Oriente, lettura scenica di Silvio Castiglioni ispirata alla tragedia di Euripide (immagini di Georgia Galanti, musiche di Gianmaria Gamberini). Il 18 agosto è di scena Marco Bocci con Lo zingaro, monologo sul mondo delle corse e sul mito di Ayrton Senna, scritto dallo stesso Bocci insieme a Marco Bonini e Gianni Corsi. Gran finale d’estate il 4 settembre con Anna Foglietta, che torna a Riccione per presentare La bimba col megafono, spettacolo-confessione scritto insieme a Marco Bonini.
La Biblioteca di Riccione, in collaborazione con Il Rifugio dei Libri, propone una serie di incontri con autori dal titolo Il giardino segreto, che si terranno nel spazio verde ed esterno della biblioteca, accanto alla più ampia Arena, a partire dalle ore 18:30 dal 19 luglio al 3 settembre. La rassegna riunisce autori locali con altri di respiro nazionale e internazionale, in linea con la mission di promozione alla lettura della biblioteca comunale. Tutti gli incontri saranno presentati da Debora Grossi. Si partirà il 19 luglio con Impariamo le prime parole di Elisa Masini, Elisabetta Cecchini, Caterina Germani, Eleonora Calesini e con la partecipazione della pediatra Maria Rosa Serafini. Il libro è edito da Erickson e si rivolge a un pubblico di adulti e bambini. Il 24 luglio sarà la volta di Mia sorella mi rompe le balle. Una storia di autismo normale di Margherita e Damiano Tercon con la partecipazione di Philipp Carboni, che racconta il legame tra fratello e sorella di fronte alla disabilità. Francesco Gabellini presenterà la sua opera Nivère il 28 luglio: il titolo della raccolta di poesie richiama una nube plumbea, bella e minacciosa allo stesso tempo. In occasione della Notte Rosa Claudia Venuti presenterà il suo ultimo romanzo, edito da Sperling&Kupfer, dal titolo Ho trovato un cuore a terra ma non era il mio, che affronta le relazioni con sincerità e spiccato realismo. Domenica 1 agosto e mercoledì 4 agosto ci trasferiamo in laguna, con i suoi mille volti e racconti, rispettivamente con A Venezia di Graziano Graziani e Il gatto che viaggiava in vaporetto di Stefano Medas. Il 5 agosto sarà la volta di Sigismondo e Isotta. Una storia d’amore di Maria Cristina Maselli, con la partecipazione di Davide Rondoni, che narra la tormentata relazione, ambientata nel 1437, tra il ventenne signore di Rimini e di Fano e la giovanissima fanciulla. La ricca prima settimana di agosto terminerà con la raccolta di poesie Sirene, sabato 7 agosto, di Ivonne Mussoni, voci e parole dal Festival Parco Poesia. Gli appuntamenti riprenderanno venerdì 20 agosto con l’attesa presentazione di Andrea Santangelo e Lia Celi L’eredità dei Borgia, romanzo che ha per protagonista il vigile urbano del borgo di Monteperso Marco Pellegrini. Il 27 agosto Michele Marziani presenterà La cena dei coscritti, romanzo che è un inno alla montagna, quella più autentica e dura. La rassegna terminerà venerdì 3 settembre con un’autrice locale, Maddalena di Lieto, che presenterà il suo romanzo d’esordio Almeno per me.

Biglietti cinema: Intero 6 €, ridotto 5 €, anteprime 7 €. Ballo ballo: ingresso libero. Abbonamento: 5 ingressi, 20 €. Prevendita: www.giometticinema.com