24. lug, 2021

Il festival WAM! abita i parchi faentini con laboratori e spettacoli gratuiti per tutta la cittadina

Dal 27 luglio al 4 settembre, il Festival WAM! Green Community abiterà due parchi cittadini: il Parco E. Torricelli e il Parco Mita a Faenza. Tutto questo si realizza grazie alla sensibilità e la volontà dell’Amministrazione Comunale e dell’Unione della Romagna Faentina, che sostengono il progetto e hanno la lungimiranza di vedere, nell’offerta culturale e formativa, possibilità di cambiamento, crescita e confronto. Un progetto culturale e sociale, pensato per la cittadinanza tutta: i frequentatori abituali di due parchi “difficili” e coloro che potrebbero essere interessati a partecipare magari ad un laboratorio di teatro di figura o a lezioni di danza aperte a persone con ogni speciale abilità. Insomma, un modo per far sì che persone che vivono e a volte “stazionano” nei parchi possano fruire di possibilità culturali, e un’opportunità per le persone che andranno a vedere uno spettacolo in luoghi che normalmente non frequenterebbero. Una via per l’integrazione, per sostenere la comunità e promuovere il benessere di tutti.
Quest’anno, praticamente tutti gli spettacoli, i workshop e le performance di WAM! Festival si svolgeranno all’aperto: giardini, parchi privati, parchi cittadini, boschi. Abbiamo effettuato questa scelta per vari motivi: c’è il Covid e questo ci ha portato a riflettere molto sul nostro lavoro, sugli spazi chiusi, sulla necessità di stare all’aperto sia per motivi sanitari, che per motivi di benessere. Cerchiamo di stare in natura e prendercene cura, del nostro ambiente e della nostra “natura”, della natura degli altri e del rapporto con noi e la Terra.
Un’ultima nota, che reputiamo importante sottolineare: saremo accompagnati durante tutto il percorso da uno psicologo esperto in questo campo, che ci aiuterà a trovare degli indicatori quantitativi e qualitativi per valutare l’efficacia del nostro intervento nel quartiere, le ricadute sulla città, i possibili cambiamenti dati da questo, seppur breve ma significativo, nostro intervento.
Si comincia martedì 27 luglio alle 21:30 presso il Parco Mita con lo spettacolo itinerante PAROLE VIVE a cura di Agorà Danza, Inchiostro Simpatico e L’Angolo: passeggiando al chiaro di luna incontrerete tante storie, narrate attraverso il linguaggio del corpo e della parola.
Si prosegue mercoledì 28 luglio dalle 18:00 alle 20:00 presso il Parco Mita con il “Laboratorio di Ricerca Vocale e Sonora” di Debora Bettoli - MOVIN’ CANTO. Il laboratorio è aperto a tutti, giovani e adulti, dai 18 anni in avanti, a chiunque desideri cantare, scoprendo le Infinite risorse e possibilità del proprio corpo e della propria voce. Seguirà concerto.

Venerdì 30 luglio alle 18:00 presso il Parco E. Torricelli, Seven Cars From Mars: Paft Dunk Live, concerto di musica elettronica. Cassa dritta, glitch, suoni rotondi e quadrati sono miscelati per suonare un'ucronia tutta da inventare. La rivisitazione dal vivo di brani noti con brani di produzione originale è concepita per creare una sequenza di viaggio in una terra sconosciuta.

Il 9 agosto presso il Parco Mita e il 10 agosto presso il Parco E. Torricelli ci saranno laboratori per OVER 60 e per bambini a cura di Compagnia Iris:
8:30-9:30 Laboratorio di espressività corporea dedicato agli Over60
10:00-11:00 Danzeducativa, laboratorio per bambini e bambine 3-6 anni
17:30-18:30 Danzeducativa, laboratorio per bambini e bambine 7-10 anni
Solo Il 10 agosto presso il Parco E. Torricelli, dalle 18:30 alle 19:30 Laboratorio per genitori e bimbi insieme (2-4 anni) e l’11 agosto presso il Parco Mita dalle 9:30 alle 10:30 La Lezione Speciale, laboratorio inclusivo rivolto a bambini con e senza disabilità.

Venerdì 3 settembre alle 19:30 presso il Parco E. Torricelli, lo spettacolo di danza MEmoires di e con Kate Pilbeam. Un’opera di danza personale e condivisa alla ricerca della definizione di “casa”.

Sabato 4 settembre alle 15:30 presso il Parco Mita, spettacolo a pagamento BORN GHOST (costo 8 euro) di e con Mariasole Brusa. Uno spettacolo nero, inquietante, a tratti spaventoso ma anche commovente e delicato; una riflessione poetica sulla morte che racconta la leggenda del fantasma di Azzurrina di Montebello, la figlia albina di Costanza Malatesta e del feudatario Ugolinuccio, scomparsa in circostanze misteriose nel 1375.

Sempre sabato 4 settembre dalle 17:00 alle 18:30 presso il Parco Mita, laboratorio di teatro di figura ed espressività artistica per bambini condotto da Mariasole Brusa. Il laboratorio è un'introduzione giocosa e coinvolgente al mondo del teatro di figura, rivolto a bambini e bambine dai 6 ai 12 anni.

Tutti gli SPETTACOLI e i LABORATORI sono GRATUITI ad esclusione di BORN GHOST.
Per tutti gli eventi, PRENOTAZIONE CONSIGLIATA chiamando il numero 3474436893 o scrivendo a prenotazioniwamfestival@gmail.com 

www.wamfestival.com 
https://www.facebook.com/wam.festival.faenza/