18. ott, 2021

Il nuovo Waterfront esempio di rigenerazione pubblico-privato al Politecnico di Milano

Una vetrina di eccellenza che dà lustro all'amministrazione e alla città, quella che ha visto protagonista il Sindaco Filippo Giorgetti nei giorni scorsi: ospite insieme all'Arch. Cristian Gori del Politecnico di Milano, ha relazionato illustrando il percorso progettuale e urbanistico legato al nuovo waterfront di Bellaria Igea Marina.
L’occasione, è stata il master organizzato dall’università meneghina sulle strategie di finanziamento pubblico-private inerenti alla rigenerazione del patrimonio immobiliare pubblico. Contesto nel quale il sindaco e l'arch. Gori – coinvolto in qualità di consulente della Cooperativa Bar di spiaggia - hanno illustrato un’opera importantissima e complessa: che ha raccolto l’interesse di docenti e promotori del master proprio perché non priva di vincoli e ‘sfide’ burocratiche. Aspetti che hanno visto nell'ultimo anno l’Amministrazione, tra gli altri insieme alla Cooperativa Bar di spiaggia, lavorare proficuamente per trovare valide soluzioni.
Come sottolineato dalla cattedra dell’Università, la possibilità di realizzare quest'ambiziosa opera pubblico-privata è legata a più fattori. “In primis, l’elaborazione da parte dell’Ente comunale, di un progetto calzante alle dimensioni e alle caratteristiche dei luoghi”, ha spiegato Gori. “Di fatto la passeggiata”, ha continuato, “si afferma come un percorso a mobilità dolce che si integra come pre-ingresso tra zona alberghiera ed arenile, rimarcando la qualità di un ambito urbano ad uso prevalentemente ciclopedonale. Un obiettivo che innalzerà la qualità di tutta la fascia urbana racchiusa tra la ferrovia e il mare: che ha trovato concretizzazione nel finanziamento regionale e nella disponibilità dei concessionari a investire rinnovando proprie attività. Una sfida stimolante anche per i progettisti chiamati in causa dai privati.”
“Un’opera pubblico-privata che la città attendeva da oltre mezzo secolo. Lo scatto decisivo tra il 2020 e il 2021, con la definizione della quadra progettuale e la realizzazione della prima tranche. E’ stato decisivo risolvere l’annosa partita delle concessioni demaniali, al pari del farsi trovare pronti, grazie a una progettazione innovativa e di qualità, ad intercettare quello che è ad oggi il maggiore contributo economico sovra comunale mai ottenuto dal Comune di Bellaria Igea Marina”, le parole del Sindaco Giorgetti.
Il nuovo lungomare in prosecuzione dell’asse stradale di viale Colombo ha già visto completato il tratto tra il bagno 33 bis e il bagno 30. I prossimi passi saranno la realizzazione in tempi utili per la stagione balneare 2022 dapprima del tratto che va dal bagno 30 sino all’altezza di via Rovereto, poi l’ulteriore tranche da via Rovereto sino all’altezza del bagno 16. A lavori ultimati, l’opera – che si protrarrà sino a via Abbazia – avrà rigenerato quasi un chilometro e mezzo di territorio.