22. apr, 2022

Nuovi interventi alla Ferrarini e alla Panzini per le aree dedicate all'attività fisica

Al via alla scuola primaria Ferrarin e alla scuola secondaria di primo grado Panzini una serie di interventi che interesseranno gli spazi dedicati all’attività fisica; rispettivamente, il campo esterno polivalente per l’una e la palestra interna per l’altra.
Si tratta di opere di miglioria e ammodernamento interamente a carico della ditta Gemos, attuale gestore del servizio di refezione scolastica per tutte le scuole primarie e materne di Bellaria Igea Marina: lavori che rientrano nell’ampio ventaglio di interventi nei plessi scolastici verso i quali la cooperativa faentina – che gestirà il servizio per i prossimi due anni scolastici oltre che per quello in corso - si è impegnata in sede di bando.
In questa prima tranche di lavori ci si concentrerà, appunto, sulla Ferrarin e sulla Panzini. Anzitutto, mettendo a nuovo il campo polivalente all’esterno della scuola primaria, utilizzato dagli alunni della scuola ma anche da tanti giovani di età superiore, principalmente per giocare a basket. Qui, verranno tagliate e rimosse le aree più sconnesse, con successiva collocazione di un nuovo fondo, ossia un manto sportivo sintetico impermeabile; successivamente, sarà realizzata la segnatura regolamentare del campo da gioco con colori differenti per le diverse discipline sportive. L’intervento sarà avviato a breve con tempi di esecuzione previsti di circa tre settimane.
Sempre in questa prima tranche di opere rientrano poi le migliorie programmate per la secondaria di primo grado Panzini. Dove è prevista la posa di una nuova pavimentazione con regolarizzazione della stessa; anche in questo caso, un nuovo manto in materiale sintetico, particolarmente adatto all’attività sportiva indoor, a cui si unirà l’installazione di rivestimento anti infortunio alle pareti. Lavori che si svolgeranno nel mese di agosto, sempre protraendosi per tre settimane circa, senza pregiudicare le attività accolte dalla Panzini in quel periodo – ad esempio i centri estivi –, che si svolgeranno prevalentemente all’aperto. Una tempistica che allo stesso modo, consegnerà agli alunni delle “medie” una palestra rimessa a nuovo già al loro rientro sui banchi di scuola per l’anno scolastico 2022-2023.