8. nov, 2022

Si alza il sipario su La Stagione dei Teatri del Teatro Alighieri con "I due gemelli veneziani"

Sabato 12 alle ore 18 alla sala Corelli il regista Valter Malosti incontrerà il pubblico in dialogo con il docente Gerardo Guccini. Sarà lo spettacolo I due gemelli veneziani ad inaugurare La Stagione dei Teatri 2022-23 sabato 12 novembre, ore 18,00 del Teatro Alighieri, a cura di Ravenna Teatro, che quest’anno conta diciassette appuntamenti nei due teatri cittadini.
Dal 10 al 12 novembre alle 21 e domenica 13 alle 15.30 al Teatro Alighieri andrà in scena un testo firmato dal regista Valter Malosti, direttore di Emilia-Romagna Teatro (ERT) Fondazione / Teatro Nazionale.
Lo spettacolo è un congegno degli equivoci fatto di duelli, amori, fughe e ritrovamenti, in cui svetta l’invenzione drammaturgica dei gemelli identici, ma opposti caratterialmente: uno sciocco, l’altro scaltro. Allo stesso tempo questo testo è anche una farsa nera sulla famiglia, l’identità, l’amore e la morte. Vi si muovono personaggi che non sanno leggere o tenere a freno le proprie emozioni e i propri sentimenti, provocando alternativamente il riso e la tragedia. Un affondo che mette al centro quella grazia eversiva degli attori che, tra la fine del Cinquecento e la fine del Settecento, dominarono le scene teatrali europee, con una tecnica che combinava improvvisazione, ruoli multipli, maschera e un malleabile uso del corpo. L’allestimento di Malosti amplifica il gioco del doppio marcando il contrasto tra la natura vivace della pièce e la sua vena cupa, ottenuta con una decisa ambientazione sonora e scenica. L’adattamento del testo intinge la parola nel labirinto delle più ruvide lingue poetiche – da Testori a Pasolini, Gadda, Roberto Longhi; ma anche Fellini, Patrizia Valduga e Antonio Tarantino – svelando inedite prospettive e finestre sull’oggi.

Testo di Carlo Goldoni · adattamento Angela Demattè, Valter Malosti · con Marco Foschi, Danilo Nigrelli, Marco Manchisi, Irene Petris, Alessandro Bressanello, Anna Gamba, Valerio Mazzucato, Camilla Nigro, Vittorio Camarota, Andrea Bellacicco · regia Valter Malosti · produzione Emilia-Romagna Teatro ERT/Teatro Nazionale, TPE – Teatro Piemonte Europa, Teatro Stabile del Veneto, Teatro Metastasio di Prato.
Lo spettacolo inaugura anche il progetto In viaggio verso il teatro, che nelle serate del 10 e 11 novembre porterà abbonati e abbonate a teatro percorrendo le circoscrizioni Nord e Sud, compreso il comune di Alfonsine.
In virtù della collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì, lo spettacolo di domenica 13 sarà accessibile a non vedenti e ipovedenti. Per maggiori informazioni info@centrodiegofabbri.it
Come nelle stagioni precedenti, la compagnia incontrerà il pubblico nella giornata di sabato 12. Protagonista di questo primo incontro sarà il regista Valter Malosti, in dialogo con Gerardo Guccini, docente di Drammaturgia e Tecniche della Composizione Drammaturgica dell’Università di Bologna. L’ingresso è libero.
Sostenitori del primo spettacolo, I due gemelli veneziani, sono alcuni dei commercianti del centro storico che aderiscono al comitato Spasso in Ravenna. Per i suoi vent’anni, Reclam, editore della rivista Palcoscenico e del settimanale Ravenna&Dintorni, ha pensato di creare una serie di occasioni di scambio e confronto con il teatro, ma fuori dal teatro, dando vita al progetto dal titolo Il teatro fa centro. Diversi locali, in occasione dei più importanti spettacoli della Stagione, diventeranno la scena in cui confrontarsi sui diversi titoli insieme alla direzione di Ravenna Teatro.
La rassegna è organizzata con il supporto del Ministero della Cultura, Regione Emilia-Romagna, Comune di Ravenna, Coop Alleanza 3.0, Fondazione del Monte di Bologna e di Ravenna, Assicoop Unipol Sai, Reclam, Apt Emilia-Romagna, Bcc ravennate, forlivese e imolese. Media Partner: Il Resto del Carlino, Corriere Romagna, Ravenna Notizie, Setteserequi, Ravenna Web Tv, Pubblisole, Ravenna24ore, Ravenna e Dintorni.

Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro Alighieri; telefonicamente pagando con carta di credito e Satispay; su ravennateatro.com; presso le agenzie di La Cassa di Ravenna Spa e Iat Ravenna. Il servizio di prevendita comporta la maggiorazione del 10% sul prezzo del biglietto. I biglietti sono acquistabili con bonus 18APP e Carta del docente. Teatro Alighieri via Mariani 2 Ravenna tel. 0544 249244 aperta tutti i feriali dalle 10.00 alle 13.00, giovedì anche dalle 16.00 alle 18.00 e da un’ora prima di ogni evento. Teatro Rasi via di Roma 39 Ravenna tel. 0544 30227 aperta il giovedì dalle 16.00 alle 18.00 e da un’ora prima di ogni evento.
Gli Abbonati possono acquistare a un prezzo speciale anche i biglietti per gli spettacoli che hanno escluso dal proprio abbonamento: 12 € per i titoli in scena al Teatro Alighieri, 10 € per quelli al Teatro Rasi.
TEATRO ALIGHIERI
Platea e palco I, II e III ordine
intero 26 € | ridotto* 22 € | under30 18 € | under20 9 €
Galleria e palco IV ordine
intero 18 € | ridotto* 16 € | under30 11 € | under20 9 €
Loggione
intero 7,50 € | under30 5,50 €
Per lo spettacolo Samusà
Platea e palco I, II e III ordine ingresso unico 40 €
Galleria e palco IV ordine ingresso unico 35 €
Loggione ingresso unico 20 €
TEATRO RASI
Settore unico
intero 18 € | ridotto* 16 € | under30 11 € | under20 9 €
*Riduzioni: Cral e gruppi organizzati, docenti, oltre i 65 anni, iscritti all’Università per gli Adulti Bosi Maramotti, Soci Coop Alleanza 3.0, EspClub Card, Soci BCC, tessera Touring Club Italiano, amici di RavennAntica, soci Stadera, soci Avis, Legacoop, Confcooperative, Assicoop e Unipol.
La Stagione dei Teatri prosegue venerdì 18, sabato 19 novembre ore 21 e domenica 20 novembre ore 15.30 al teatro Rasi con lo spettacolo Pasolinacci e Pasolini. Quattro movimenti di ascolto di e con Marco Martinelli e Ermanna Montanari.