16. set, 2021

La sanità deve essere al centro dei prossimi cinque anni di Cesenatico

Più di cento persone ieri al Parco di Levante per l’incontro di Matteo Gozzoli con Giovanni Bissoni e Mauro Palazzi
Grande partecipazione al Parco di Levante ieri sera per l’incontro “Cesenatico in salute: l’ospedale diventa più grande e la medicina territoriale si rafforza”. Insieme a Matteo Gozzoli, Sindaco di Cesenatico e candidato alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre 2021, due voci autorevoli sul tema della sanità, legate in maniera profonda con Cesenatico. Mauro Palazzi, medico specializzato in Epidemiologia, Sanità Pubblica e medicina dello Sport e candidato consigliere con Cesenatico Civica e Giovanni Bissoni, storico Sindaco di Cesenatico a cavallo tra gli anni ’70 e gli anni ’80 e poi Assessore alla Sanità della Regione Emilia-Romagna, e consulente del Ministero della Salute. Più di cento persone si sono ritrovare per ascoltare il dibattito aperto da Gozzoli e che ha toccato vari temi partendo dai programmi per i prossimi cinque anni di Cesenatico: uno dei cardini del programma del candidato Sindaco è l’ampliamento dell’Ospedale Marconi per la creazione di una nuova “Casa della Salute”.
«I fatti vengono sempre prima delle parole e se abbiamo organizzato questa serata è perché stiamo lavorando da tempo insieme ad AUSL per migliorare la situazione della sanità a Cesenatico. Nell’accordo per la costruzione del Ciclodromo di Villamarina, il Comune di Cesenatico ha ceduto una porzione di terreno ad AUSL che servirà per l’ampliamento dell’Ospedale Marconi e la creazione di una nuova “Casa della Salute”. È importante rafforzare la medicina territoriale di un territorio come il nostro e vogliamo che la sanità pubblica sia ancora più vicina ai cittadini, più comoda e funzionale. La sanità deve essere al centro dei prossimi cinque anni di Cesenatico», le parole di Matteo Gozzoli.
«Anche se non vivo più a Cesenatico sono sempre molto legato a quella che considero la “mia città” e sono stato onorato di questo invito da parte di Matteo. Questa emergenza pandemica ha messo sotto la lente di ingrandimento il sistema sanitario nazionale: ne ha mostrato il grande valore ma ne ha sottolineato anche i limiti che però non derivano dal suo essere un sistema pubblico e accessibile ma da alcune scelte politiche fatte negli ultimi decenni. Il Piano Nazionale di Rilancio e Resilienza ha tra gli obiettivi principali la valorizzazione delle professioni sanitarie, consentire maggiori le necessarie assunzioni, riorganizzare la medicina generale, e investire sul territorio per garantire la presa in cura delle persone con patologie croniche, persone fragili.
Questo deve essere l'obbiettivo della rete delle Case di Comunità e degli Ospedali di Comunità, una forte integrazione sociale e sanitaria in grado di dialogare e collaborare con la cittadinanza e le associazioni di volontariato. L’Emilia-Romagna è la regione che ha investito di più in assoluto sulle case della salute e ne avrà altre 98: alcune centrali e le altre “spoke” cioè collegate. Cesenatico ha tutte le caratteristiche per rientrare in questa programmazione e avere un ruolo attivo, e il fatto che Matteo abbia lavorato durante il suo mandato insieme ad AUSL proprio su questo obiettivo testimonia lungimiranza, capacità e visione», le parole di Giovanni Bissoni.
«Ho conosciuto Matteo in maniera approfondita durante il difficile periodo di emergenza pandemica, ci siamo trovati in sintonia e da qualche mese lo sto aiutando in quella che è la parte di programma inerente la sanità. Non sono solo idee e parole ma abbiamo condiviso questo percorso, che dovrà svolgersi a tappe, con la dirigenza dell’Azienda Sanitaria Locale lavorando su dati concreti e obiettivi realistici. Partiamo dal Punto di Primo Intervento che verrà migliorato con un potenziamento estivo, l’ampliamento della sala d’attesa, migliorando anche gli spazi a disposizione del personale del 118, e arricchendolo con una TAC utile per migliorare le diagnosi e ridurre gli spostamenti dei pazienti. Per quanto riguarda la medicina specialistica uno dei nostri obiettivi è ampliarne l’offerta, in particolare si prevede di attivare un ambulatorio dedicato alla “Terapia del Dolore Cronico” che utilizzi varie tecniche e approcci, tra i quali anche agopuntura e attività motoria adattata. Riteniamo che questo risponda ad un bisogno molto sentito dalla comunità vista la diffusione dolori articolari e neurologici. Cesenatico rappresenta già un’eccellenza del territorio nel campo della riabilitazione, ma bisogna essere ancora più ambiziosi. La posizione dell’Ospedale Marconi è predisposta naturalmente a pensare in grande per questo ambito: è vicino al mare, praticamente all’interno del Parco di Levante, a due passi dalla piscina e dal nuovo ciclodromo che sta nascendo. Per questo si può pensare a una Cesenatico che diventi un vero distretto riabilitativo utilizzando le professionalità e gli strumenti all’avanguardia dell’Ospedale, gli spazi naturali a disposizione, palestre e piscina. Nell’immediato abbiamo in programma un ampliamento della palestra e l'utilizzo della vicina piscina che permetteranno di migliorare e ampliare l'offerta per i cittadini. Infine, il progetto per la “Casa della Salute” prevede un raddoppio degli spazi per i servizi territoriali, attualmente situati in Largo San Giacomo, e una loro integrazione con quelli ospedalieri. Questo permetterà di potenziare e integrare le attività di prevenzione e assistenza sanitaria e sociale di primo livello, in particolare si prevede di attuare un programma di medicina proattiva per le persone con malattie croniche (ad esempio diabete, scompenso cardiaco, eccetera) che saranno chiamate attivamente a visite ed esami, come già avviene per gli screening oncologici. Un’attenzione particolare verrà data ai programmi rivolti alle mamme e ai bambini per aiutarli in questa delicata fase della vita e costruire le basi per un futuro in salute», queste le parole di Mauro Palazzi.