6. nov, 2021

Arriva il Prato, insidia toscana big macht al Benelli

Mister Dossena non vuole cali di tensione contro i toscani
La rincorsa alle posizioni nobili della classifica passa dalla sfida importante contro il Prato. Gli avversari, squadra in salute, sono reduci in campionato da 3 vittorie consecutive, come i giallorossi, ed hanno anche passato il turno in coppa Italia espugnando il campo del Real Forte Querceta. Risultati che stanno dimostrando come la squadra abbia assimilato con successo i dogmi portati da Marco Amelia, allenatore subentrato alla terza giornata e che sta mantenendo un ruolino di marcia invidiabile. I toscani arriveranno quindi al Benelli accompagnati da un grande entusiasmo, dimostrato anche da una buona presenza di pubblico tra gli ospiti. Non saranno da meno i giallorossi, che stanno vivendo un buon momento di forma, culminato dal bel successo di domenica sul difficile campo dell’Aglianese. Già digerita la sconfitta di Coppa Italia a Carpi dove, al di la del risultato, non è di certo mancata la prestazione da parte del Ravenna, sono emerse invece ottime indicazioni da chi fino ad ora aveva trovato meno spazio, buon segno per mister Dossena che saprà fare buon uso delle tante frecce a disposizione. Gli ultimi giorni di allenamento sono proseguiti nel migliore dei modi, potendo lavorare su qualche acciacco portato dietro da domenica scorsa che riguardava Spinosa e Polvani, i quali, pienamente recuperati, saranno regolarmente della partita. Proprio per Spinosa si tratta di una partita da ex, il centrocampista giallorosso infatti nella passata stagione indossava la maglia dei toscani con i quali ha collezionato 35 presenze condite da un gol, in Romagna è già riuscito a superarsi con già 3 reti messe a referto e, soprattutto, la voglia di continuare su questa striscia positiva.
Nel pre partita il tecnico del Ravenna FC non vuole abbassare la guardia su un avversario che per alcuni sta viaggiando ad un passo anche troppo spedito: “Il Prato è una squadra che gioca a calcio e la classifica parla per loro. Gli addetti ai valori battezzano le qualità delle squadre, ma il riscontro oggettivo è quello della classifica e se sono in queste posizioni significa che se lo stanno meritando. Quindi massimo rispetto, dobbiamo essere pronti a 90 minuti di grande ritmo.”
I CONVOCATI:
PORTIERI: Botti, Salvatori
DIFENSORI: Antonini Lui, Crispino, De Angelis, Ercolani, Grazioli, Nagy, Polvani
CENTROCAMPISTI: Calì, Ceccuzzi, Haruna, Lussignoli, Prati, Spinosa
ATTACCANTI: Ambrosini, Guidone, Macrì, Mascanzoni, Saporetti, Sylla.