8. nov, 2021

Il Ravenna cala il poker e abbatte il Prato al Benelli con una prestazione maiuscola

Pomeriggio da emozioni vere al Benelli, giallorossi che con la migliore prestazione dell’anno vincono nettamente contro il Prato. I ragazzi di Dossena si sono fatti apprezzare per determinazione e qualità nelle trame di gioco, per un risultato che sarebbe potuto essere anche più rotondo.
Il Ravenna parte subito forte e dopo solo un minuto trova il gol del vantaggio, ma Calì, autore dell’assist per Guidone era in offside. Il centrocampista giallorosso si rifarà di li a poco. Al 8’ ci pensa Spinosa a scaldare le mani di Pagnini, che allunga in angolo un bel destro dai 20 metri. Il portiere ospite, costretto agli straordinari al Benelli, al 12’ è costretto a capitolare. Cross al bacio di Grazioli e Calì, puntuale come sempre, si inserisce e appoggia in rete. Il Ravenna continua a creare buone trame ed anche Saporetti impegna seriamente il portiere ospite con un bel tiro a giro dalla distanza. Mette fuori la testa il Prato ed è bravissimo Maione al 23’ a scattare sul filo del fuorigioco e trovare il pareggio. Ma il Ravenna non si scompone e dopo due soli minuti rimette l’inerzia dalla propria parte. Atterrato Guidone in area da D’Orsi per un calcio di rigore che Saporetti trasforma con freddezza. Giallorossi che già nel primo tempo avrebbero le occasioni per chiuderla, prima con Sylla, poi con Prati, ma in entrambe le occasioni è bravo Pagnini a chiudere in corner.
In avvio di difesa il Prato prova a spingere per cercare il pareggio, impegnando Botti da fuori, ma il Ravenna negli spazi è letale. Ripartenza di Sylla al 12’, di nuovo para il portiere, sulla respinta arriva Guidone, ma anche la sua conclusione viene ribattuta, ci pensa di nuovo Calì dal limite dell’area ad appoggiarla con giustezza sotto la traversa rendendo vano il tentativo in extremis di salvataggio di un difensore toscano. A referto si segnalano altre occasioni per il Ravenna che chiude la gara con tre 2003 in campo, ma l’high light della giornata va a Saporetti che decide di raggiungere Merlonghi in cima alla classifica dei cannonieri nel modo più spettacolare. Su un pallone che spiove lascia partire un sinistro di mezzo esterno dai 35 metri che scavalca Pagnini, si infila nel sette e fa letteralmente impazzire i tifosi. Ravenna in grande spolvero che affronterà mercoledì nel recupero un Seravezza Pozzi che sta viaggiando allo stesso ritmo dei giallorossi per un’altra sfida da alta classifica.

Ravenna Football Club 1913 - AC Prato: 4-1
Ravenna Football Club 1913: Botti, Antonini Lui, Polvani, Calì, Saporetti (39’ Mascanzoni), Guidone (31' st Ambrosini), Prati, Haruna, Spinosa (23' st Lussignoli), Grazioli (31' st Ercolani), Sylla (14' st Macrì). A disp.: Salvatori, De Angelis, Nagy, Ceccuzzi. All.: Andrea Dossena.
AC Prato: Pagnini, Sciannamè, D'Orsi, Maione (38' st Renzi), Angeli, Cestaro, Aleksic, Nicoli (9' st Tomaselli), Soldani (26' st Pardera), Lugnan (26' st Bellucci), Pimpiani (4' st Romiti). A disp.: Cangioli, Grillo, Ba, Noferi. All.: Marco Amelia.
Reti: 23' pt Maione, 26' pt Saporetti su rig., 12' st Calì, 8' pt Calì, 38' st Saporetti.