23. ott, 2022

Finisce in parità il derby di Riccione

Gara equilibrata e con pochi scossoni, Ravenna penalizzato da alcuni episodi in area ospite Ravenna e Riccione non si fanno male, in una partita dove le occasioni da gol non fioccano i giallorossi portano a casa un solo punto ma forti di una difesa che chiude per la terza gara consecutiva la porta a doppia mandata. Ravenna che reclama per tre episodi controversi nell’area di rigore del Riccione giudicati regolari dal direttore di gara. Serpini costretto a rinunciare a Marangon per un acciacco lo sostituisce con Carrasco e conferma gli altri 10 che hanno sconfitto il Real Forte Querceta domenica scorsa. Al 8’ rinvio lungo di Scrosta sul quale Pipicella non controlla, sul pallone arriva Ferrara ma la conclusione è debole e centrale, facile preda di Fontanelli. Al 10’ il Riccione scappa in contropiede sfruttando un angolo impreciso dei giallorossi, ma nonostante la superiorità numerica i padroni di casa non riescono a pungere. Si fa vedere il Ravenna al 13’ con il cross di D’Orsi per Guidone, ma la palla arriva troppo larga ed il colpo di testa defilato non fa male. Il primo episodio dubbio nasce sugli sviluppi di un corner, lo schema libera Tabanelli che viene steso da Abonckelet ma l’arbitro non segnala irregolarità. Al 19’ palla recuperata in attacco dal Riccione, arriva Padovan a concludere da limite dell’area ma il pallone esce di poco alla sinistra di Fontanelli.
Al 28’ angolo per il Ravenna, spinta evidente di Benedetti su Guidone che non riesce a colpire di testa, ma il direttore di gara anche in questo caso non ravvisa gli estremi per il penalty. Al 29’ discesa di Padovan che trova Ferrara sul secondo palo, la punta controlla e tira di poco alto sopra la traversa. Al 35’ Bellini elude l’intervento di Grazioli e serve Ferrara che controlla e tira a rientrare trovando la deviazione di Pipicella in corner. Sugli sviluppi del corner occasione per il Riccione che arriva al tiro con Colombo, debole. Finisce qui una prima frazione equilibrata con un lieve predominio dei padroni di casa, chiaramente più a loro agio sul sintetico del Nicoletti.
La ripresa si apre sugli stessi ritmi del primo tempo, ci prova Lussignoli al 7’ a rompere gli equilibri, la conclusione dal limite è potente ma non inquadra lo specchio. Gli spazi sono pochi ed il Ravenna ci prova di nuovo al 9’ da fuori con D’Orsi, ma Pezzolato controlla. La risposta del Riccione al 14’ con il cross di Bellini sul quale si coordina sul secondo palo Padovan, ma la conclusione al volo è fuori di poco. Al 16’ pennellata su punizione di Tabanelli dal limite, vola Pezzolato e salva sotto l’incrocio. Ravenna che nella ripresa ha aumentato i giri e dirige i giochi, cercando con più insistenza la porta avversaria. Al 27’ di nuovo Tabanelli si rende pericoloso nell’area avversaria controllando un cross di Grazioli, il pallone rimesso in mezzo dal 6 giallorosso attraversa tutta l’area senza trovare nessun compagno alla deviazione vincente. Al 29’ nuovo giallo in area Riccione, atterrato Guidone intento ad inseguire il pallone, anche in questo caso il direttore fa cenno di proseguire. Arriva Rivi alla conclusione al 33’, controllo di petto sul lancio di D’Orsi e diagonale parato. Al 37’ occasione per il Riccione, tiro dal limite di Gambino su una respinta da corner, la palla deviata rischia di mettere fuori causa Fontanelli che smanaccia evitando il peggio. Si chiude con un pareggio tutto sommato giusto la gara del Nicoletti, il Ravenna tornerà in campo alla ricerca della vittoria domenica in casa contro la Sammaurese.
UNITED RICCIONE - RAVENNA FC 0-0
UNITED RICCIONE: Pezzolato, Contessa, Benedetti, Bellini (75’ Gambino), Lordkipanidze, Ferrara (82’ Zappa), Abonckelet, Padovan (73’ D’Antoni), Scrosta, Colombo, Biguzzi. A disposizione: Defazio, Silvestri, Capicchioni, Panaioli, Rui Pedro, Catania. Allenatore: Mattia Gori.
RAVENNA FC: Fontanelli, Terigi (63’ Montuori), Tabanelli, Carrasco (55’ Rivi), Abbey, Pipicella, Guidone, D’Orsi, Lussignoli, Spinosa (79’ Sabelli), Grazioli. A disposizione: Venturini, Spezzano, Gigli, Magnanini, Bachini, Lisi. Allenatore: Cristian Serpini
Direttore di gara: Picardi (Viareggio)
Ammoniti: Tozzi, Serpini (panchina Ra), Abonckelet, Colombo (Ri)
Recupero: 0’ e 3’